Sunday, January 26, 2014

Anything else movies 29 / You've got M@il



In questa domenica grigia e sonnacchiosa, me la voglio prendere comoda e parlarvi di un film che sono sicura conoscete. Uno di quei film che è passato in tv quasi quanto Pretty Woman, ok, forse non così tanto ma ci siamo vicini! Avrei voluto parlarvi di Nebraska ma la settimana super impegnativa non mi ha permesso di andarlo a vedere e allora si va su una classica commedia. Una di quelle che più amo.

Voi avete film terapeutici? Quelli che se vi sentite giù e non avete la voglia di decidere che guardare, inserite nel lettore dvd e spingete play sapendo di trovare dei vecchi amici. Per me con "C'è posta per te" è proprio così. E gli amici in questo caso sono tre: Kathleen, Joe e New York.
La storia, originale al tempo, ora ci fa capire che il film è datato 1998. (Non riesco a capacitarmene).
Kathleen e Joe si incontrano chattando ma non sanno che in realtà vivono e lavorano a pochi passi uno dall'altra nell'Upper West Side. Lei gestisce un adorabile piccolo negozio di libri per bambini ereditato dalla mamma, quelli in cui il pomeriggio i bimbi si riuniscono per ascoltare le fiabe. Lui invece, magnate dei libri, decide di aprire un mega store proprio a pochi passi dal negozio di Kathleen. Le loro vite si incroceranno non solo virtualmente, anche realmente, in modo totalmente opposto però.
La fine? Beh non sto qui a svelarvi niente se ancora siete tra i pochi che non l'avete visto :)!

Se leggete il blog da qualche tempo sapete già della mia passione per Meg Ryan (prima di passare dal chirurgo e diventare... un gatto!) e in questo film è semplicemente perfetta: elegante, delicata e irresistibilmente buffa. Con quel taglio di capelli che ha fatto storia, interpreta senza dubbio uno dei suoi personaggi più riusciti. Sognante e decisamente fuori dalle righe, questa è Kathleen che gestisce con amore un piccolo angolo di paradiso ad Ovest del parco. Tom Hanks, mi ha sempre catturato in ogni sua interpretazione, così fermo e rassicurante, nel mio immaginario "molto americano". Qui non fa eccezione, convincente e sicuro di sé con un Golden Retriever che ha rinunciato alla carriera sportiva per fargli da confidente. Poi c'è lei. Una New York nelle quattro stagioni e si fa fatica a scegliere quale veste le doni di più. I suoi simboli che oggi sembrano clichè ma al tempo erano novità come le tazze fumanti di Starbucks. Tutto, a distanza di anni, continua ad avere un'aria così esotica e attuale. Merito della fotografia che regala immagini quasi magiche, quelle di una fiaba moderna.

Una di quelle perfette commedie romantiche che profumano di una Hollywood d'altri tempi, colonna sonora inclusa!





















Passate una buona domenica, di relax e magari in compagnia di un bel film. In programma questo pomeriggio c'è il cinema per "The Wolf of Wall Street"... chissà, forse sarà  l'anything else movie della prossima settimana!

Erika 


FOLLOW US ON FACEBOOKBLOGLOVIN' & INSTAGRAM


2 comments:

  1. Anche per me è un film terapeutico, l'ideale per i pomeriggi grigi o una fredda serata sotto le coperte!

    ReplyDelete
  2. Uno dei miei film preferiti :)

    ReplyDelete

thank you for reading, we'd love to know your thoughts about!
grazie per aver letto, lascia un pensiero se ti va!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...